Emma Nitti in arte Grace Hall, Insegnante di Burlesque

Alchemy Feminine Spirit ®:
Ho ideato una metodologia molto personale.
Le lezioni sono incentrate sulla messa a fuoco di alcuni strumenti, comportamenti e atteggiamenti, sia fisici che mentali, per imparare a immergersi nel proprio corpo, e trovare dentro di sé un nuovo linguaggio d’espressione.
Il corpo diviene veicolo di una nuova identità più sicura.

Dai a un uomo una maschera e ti dirà la verità. Oscar Wilde

Il corpo ci insegna una presenza a noi preziosa per viversi meglio e instaurare relazioni appaganti, e, non meno importante, per liberarci dalle sovrastrutture che spesso soffocano l’autenticità di ogni donna.
Ci si sente troppo spesso obbligate a corrispondere a modelli che ci vengono imposti dalla società, famiglia, educazione, media.

Abbraccio un approccio olistico inserendo nei miei corsi tecniche di respirazione, ascolto del corpo e isolamento del movimento, così da sollecitare una maggiore fiducia in sé stesse nelle partecipanti. Il corpo è il nostro tempio, parla di noi. 
L’intento è quello di offrire degli strumenti operativi per conoscersi meglio e portare alla luce il potenziale, la natura più autentica e preziosa che vive silente in ogni donna. Si intraprende questo percorso interpretando un personaggio, un alter ego, che poi, man mano si diviene, abbracciando così la migliore versione di sé, mettendo in atto una vera e propria trasformazione alchemica da crisalide a farfalla.
Il corpo è il nostro atanor, il nostro laboratorio. È attraverso di esso che ci conosciamo e ci trasformiamo.
Il personaggio che noi andiamo a creare è destinazione, ma soprattutto il viaggio, per arrivare a quella destinazione che si traduce in consapevolezza del proprio corpo, delle proprie emozioni e dei propri pensieri. La costruzione di un personaggio nel burlesque diventa uno specchio in cui le donne possono esplorare aspetti di sé che sono rimasti inesplorati. Indossare una maschera permette loro di abbracciare la loro autenticità in modo giocoso e liberatorio, aprendo le porte a una consapevolezza più profonda di chi sono veramente e riconoscere le sovrastrutture in cui si sono sempre identificate.

I miei ambiti di studio:
– Il corpo e lo spazio
– Tecniche di respirazione.
– Risveglio, canalizzazione dell’energia vitale per accedere al nostro infinito potenziale creativo. 
– Recitazione e Improvvisazione teatrale.
– Esercizi del Sistema di Gurdjieff; La Quarta Via: Presenza, l’Osservazione di sé, il Ricordo si sé. 
– Creatività come via di conoscenza e sviluppo armonico dell’Essere.
– Comunicazione non verbale/burlesque veicolo creativo di trasformazione (prima esteriore e poi interiore) verso la migliore versione di sé.

I miei corsi sono progettati per educare e ispirare le donne a celebrare la propria unicità e individualità. Siamo impegnate a sostenere il corpo come strumento di trasformazione personale, offrendo alle partecipanti la possibilità di riscoprirsi, di potenziare la consapevolezza di sé e di porsi al centro della propria vita con leggerezza e creatività.
La mia specializzazione diventa fondamentale perché mi permette di offrire un’esperienza autentica e di alta qualità attraverso una pratica sicura, consentendo ai miei clienti di esprimere la propria creatività e fiducia in sé stessi in modo positivo e stimolante in un ambiente protetto rimpossessandosi del proprio corpo.

L’arte del burlesque ha un importante aspetto terapeutico; attraverso alcuni strumenti come l’isolamento del movimento, il contatto visivo, l’ironia, il gesto, il teasing, il gioco dello stuzzicare, si stimola e si valorizza in modo creativo la femminilità che è in ogni donna. Molte donne non si conoscono e giocare con la propria femminilità può aiutarle a riconoscersi. Si impara anche a non prendersi troppo sul serio e a giocare con il proprio corpo, ad accettarlo, se non si è abituati ad amarlo. E soprattutto a spegnere il mentale che ci vincola alla schiavitù della censura legandoci o a un passato vincolante o a un futuro di aspettative, che molto spesso genera ansia.
Vivere il corpo ci insegna la Presenza e l’Osservazione di Sé.
Il controllo del respiro modifica la qualità dei nostri pensieri e delle nostre emozioni (con i quali impariamo a non identificarci). Questo è il viaggio. Il burlesque è, in effetti, una vera e propria forma di yoga che diviene terapia, come lo intendo e lo insegno io.. Attraverso il lavoro sul gesto e su un personaggio (da intendere come la migliore versione di sé stesse), si impara a esprimere il proprio corpo e le proprie emozioni in modo creativo. È un viaggio alla scoperta di sé, dove il corpo diventa il veicolo principale per costruire un’identità nuova e potente.

Dopo la maturità classica e studi di danza e canto, mi sono laureata in Lettere Moderne in “Storia e Critica del Cinema” presso Università La Sapienza di Roma. Mi sono diplomata al Conservatorio Teatrale, ex Scaletta, diretto da G.B. Diotajuti. 
Sono appassionata di esoterismo e spiritualità sin da giovane età.
Da anni studio il nucleo esoterico delle antiche filosofie e Tradizioni Sapienziali.
Il conosci te stesso è un monito che mi ha sempre accompagnata. I principiali riferimenti che ho trovato estremamente utili per il mio lavoro di educatrice, sono Gurdjieff, Steiner, E. Tolle, Krisnamurti e Yogananda, uomini straordinari che hanno cercato di coniugare la Sapienza orientale con quella occidentale. Mi sono perfezionata come attrice con Ferruccio Di Cori in alcuni laboratori sull’Improvvisazione Teatrale e sul Teatro della Spontaneità, con Cathy Marchand sulle tecniche recitative del Living Theatre, con Luca Negroni e Carlo Boso sulla Commedia dell’Arte, con Doris Hicks sul Metodo Strasberg passando attraverso la Biomeccanica di Mejerchol, l’Euritmia di Rudolf Steiner e le Danze Sacre di Gurdjieff. Dal 2023 seguo regolarmentelaboratori di recitazione con il premio Oscar Paul Haggis.

Quest’approccio poliedrico alle arti performative ha fatto maturare in me un metodo di insegnamento maieutico molto personale e singolare.
Per saperne di più: rassegna stampa su  www.gracehall.it

Mi rivolgo a donne di ogni età e professione, di tutte le taglie e misure, desiderose di gettarsi in un gioco creativo che aprirà loro le porte ad una maggiore consapevolezza, confidenza e fiducia in loro stesse.
Ho scelto questo lavoro perché credo nell’energia femminile come veicolo di cambiamento per la nostra società.

La bellezza salverà il mondo. Dostoevskij

Emma Nitti in arte Grace Hall, Insegnante di Burlesque

Seguici su

facebook rigenera life

RIGENERA LIFE

Condividi su:

Lasciaci una recensione

La tua valutazione per questo professionista

angry
crying
sleeping
smily
cool
Sfoglia

Per favore gradiremmo una recensione di almeno 140 caratteri

image

image